Toscana: Garanzia liquidità industria, artigianato e cooperazione

Data di scadenza: Fino ad esaurimento fondi

Beneficiari

Possono presentare domanda le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI), aventi sede legale in Toscana, anche di nuova costituzione, regolarmente iscritte al registro delle imprese ed esercitanti un’attività economica identificata come prevalente, rientrante nelle seguenti sezioni della Classificazione delle attività economiche ATECO ISTAT 2007, in relazione alla sede legale:

B - Estrazione di minerali da cave e miniere

C - Attività manifatturiere

D - Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata

E - Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento

F - Costruzioni

G - Commercio all’ingrosso e al dettaglio, limitatamente al gruppo 45.2 e alle categoria 45.40.3 H - Trasporto e magazzinaggio ad esclusione delle categorie 49.39.01, 52.22.0 e 52.22.09

J - Servizi di informazione e comunicazione, ad esclusione delle divisioni 59 e 60 e dei gruppi 58.11, 58.13, 58.14 , 58.21 e 63.91

M - Attività professionali, scientifiche e tecniche, ad esclusione dei gruppi 71.11, 73.11, 74.11, 74.3 e delle categorie 74.20.11, 74.20.12, 74.20.19, 74.20.2

N - Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese, ad esclusione della categoria 77.21.02, della divisione 79 e dei gruppi 77.22 e 82.3

Q - Sanità e assistenza sociale, ad esclusione del gruppo 86.1

R - Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento, ad esclusione delle sezioni 90, 91, 92 e delle categorie 93.29.2 e 93.29.9

S - Altre attività di servizi, ad esclusione della sezione 94 e della categoria 96.04.2.

Caratteristiche dell’agevolazione

La garanzia è rilasciata ai soggetti finanziatori per un importo massimo garantito non superiore al 60% dell’importo di ciascun finanziamento.

La garanzia è elevata fino all’80% nel caso di finanziamenti per:

· mutui in oro o prestiti d’uso con impegno dell’azienda all’incremento occupazionale;

· liquidità alle imprese che hanno subito danni a seguito di calamità naturali avvenute in Toscana.   L’importo massimo garantito è pari a € 640.000,00 per singola impresa ed € 960.000,00 per gruppi di imprese, tenuto conto dell’esposizione residua alla data di presentazione della domanda di garanzia.

Sui finanziamenti garantiti il soggetto finanziatore non può acquisire garanzie reali, bancarie e assicurative.

Interventi finanziabili e Spese Ammissibili

Sono ammesse alla garanzia le seguenti operazioni finanziarie finalizzate a:

1. consolidamento a medio e lungo termine di debiti a breve termine, purché sulla nuova operazione finanziaria siano negoziate condizioni migliorative per le imprese;

2. finanziamenti per reintegro di liquidità a fronte di investimenti già effettuati entro e non oltre i tre anni precedenti la data di presentazione della richiesta di garanzia;

3. rifinanziamenti di debiti a medio e lungo termine;

4. acquisto di scorte o altre forniture;

5. finanziamenti per la copertura del costo complessivo del lavoro dipendente che l’impresa sosterrà nei 12 mesi successivi all’erogazione del finanziamento;

6. finanziamenti per il reintegro di liquidità delle piccole e medie imprese che vantano crediti verso imprese appartenenti, al momento dell’emissione della fattura non pagata, a specifici settori individuati con atti di giunta.

7. mutui in oro o prestiti d’uso con impegno dell’azienda all’incremento occupazionale (con apposito accordo sindacale da allegare alla richiesta di garanzia, l’impresa si impegna a realizzare un incremento occupazionale nei successivi 24 mesi dalla concessione del finanziamento);

8. cambiali finanziarie;

9. liquidità alle imprese che hanno subito danni a seguito di calamità naturali avvenute in Toscana. L’importo massimo per singolo finanziamento è pari a € 800.000,00.  

I finanziamenti devono avere una durata non inferiore a 24 mesi e non superiore a 60 mesi. Per la finalità di cui al punto 7. sono ammesse anche le operazioni con durata non inferiore a 18 mesi meno 1 giorno.

La domanda deve essere presentata a partire dalle ore 9.00 del 2.02.2015.

La garanzia è gratuita.

Il tasso di interesse al quale è regolata l’operazione finanziaria deve rispettare il limite massimo di tassi stabiliti nel Protocollo d’intesa Regione – Banche – Soggetto gestore. 

Disclaimer
Il presente documento ha il solo scopo di fornire una sintesi informativa della misura in parola; per maggiori dettagli o approfondimenti si rimanda alla normativa di riferimento ufficiale ovvero a contattare i ns. uffici anche tramite l’attivazione “contatti” presente nel ns. sito.