Friuli Venezia Giulia - Fondo di rotazione per le iniziative economiche - FRIE - PMI

Data di scadenza: Fino ad esaurimento fondi

In breve

 

L’articolo 12 bis della legge regionale n. 4-2005 ha previsto la costituzione del Fondo Regionale di Garanzia per le PMI deputato al rilascio di una garanzia fideiussoria proporzionale a favore della Banca convenzionata e nell’interesse delle piccole e medie imprese che svolgono la propria attività sul territorio regionale.

 

 

Descrizione

 

Possono beneficiare dell’intervento del Fondo le PMI economicamente e finanziariamente sane aventi sede o unità operativa in FVG, di tutti i settori, alle condizioni previste dalla normativa “de minimis” (art.1 del regolamento (CE) 1998/2006) o, su richiesta della PMI interessata, alle condizioni previste dalla Comunicazione (aiuti di importo limitato ai sensi del DPCM 3 giugno 2009). La concessione della garanzia del Fondo è subordinata al rispetto delle normative vigenti in tema di sicurezza sul lavoro.

 

 

Il fondo rilascia garanzie per un importo massimo pari al 40% del finanziamento bancario, relativamente al solo debito in linea capitale. La garanzia del Fondo deve essere affiancata dalla garanzia di uno dei Confidi convenzionati e non può mai essere superiore a quest’ultima. I finanziamenti garantiti dal Fondo sono classificati in:

 

  • a) “finanziamenti a breve termine”: i finanziamenti di durata predeterminata non superiore a 18 mesi concessi a PMI per l’operatività corrente;

  • b) “consolidamenti”: i finanziamenti a medio termine di durata superiore a 18 mesi e non superiore a 5 anni finalizzati al consolidamento finanziario di passività a breve termine;

  • c) “altre operazioni”: le operazioni effettuate nei tre anni successivi all’entrata in vigore della LR 11/2009, inerenti il riscadenzamento, la sospensione temporanea e/o l’allungamento di piani di ammortamento per il rimborso di pregresse esposizioni finanziarie e per altre operazioni di rimodulazione dei rapporti in essere di cui all’articolo 12 bis, comma 5 della legge regionale 4/2005, intendendosi per tale ogni operazione a titolo oneroso finalizzata all’esercizio dell’impresa ed effettuata a valere su operazioni già in essere alla data di entrata in vigore della legge regionale 4.6.2009, n. 11, dalla quale emergano ulteriori oneri in capo alla PMI.

 

 

Nell’ipotesi di consolidamento, i contratti di finanziamento possono prevedere un periodo di preammortamento massimo di 270 giorni oltre che la corresponsione degli interessi in unica soluzione allo scadere di tale periodo.

 

La medesima PMI può beneficiare di più interventi del Fondo nel limite dei tetti massimi di intervento, ove in regola con gli originari piani di ammortamento delle operazioni precedentemente garantite. Nel caso in cui sia richiesta la garanzia del fondo per “altre operazioni” che prevedano piani di ammortamento di durata superiore a 5 anni, l’intervento del Fondo può essere concesso limitatamente ai primi 5 anni del periodo di ammortamento.

 

Agevolazione

 

Regionale

 

 

Soggetto gestore Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

 

Sede Soggetto Gestore

 

  • Continente: Europe

 

  • Nazione: Italy

  • Regione: Friuli-Venezia Giulia

  • Provincia: Trieste

 

 

Beneficiari e Finalitá

 

Beneficiari

 

  • Consorzio

 

  • Impresa o Professionista

  • Cooperativa

 

Dimensione Beneficiari

 

  • micro impresa

 

  • piccola impresa

  • media impresa

 

Settore

 

  • Industria

 

  • Turismo

  • Commercio

  • Costruzioni

  • Audiovisivo

  • Servizi

  • ICT

  • Bancario - Assicurativo

  • Trasporti

  • Energia

  • Pubblica Amministrazione

  • Sanità

  • Cultura

  • Farmaceutico

  • Alimentare

 

Finalita'

 

  • Sviluppo

 

  • Risanamento finanziario

 

Ubicazione Investimento

 

  • Regione:

 

    • Friuli-Venezia Giulia

 

 

Incentivi e Spese

 

Tipologia agevolazione

 

Garanzia

 

 

Descrizione incentivi e spese

 

La cogaranzia del Fondo e la garanzia del confidi possono assistere, complessivamente, fino all’80% dell’importo del finanziamento bancario.

 

La cogaranzia può essere concessa per un importo massimo corrispondente al 40% del finanziamento bancario e relativamente al solo debito in linea capitale.

 

La cogaranzia è concessa in base alla regola “de minimis” prevista dal regolamento (CE) n.1998/2006dellaCommissione del 15 dicembre 2006 relativo all’applicazione degli articoli 87 e 88del Trattato agli aiuti d’importanza minore (“de minimis”).

 

In alternativa, la cogaranzia puo' essere concessa in base al regime degli aiuti di importo limitato sotto forma di garanzia in virtu' dell' articolo 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 3giugno 2009.

 

La controgaranzia assiste il 100% della cogaranzia del Fondo e fino all’80% della garanzia dei confidi convenzionati.

 

 

Tempi e Scadenze

 

Tempistica investimento

 

La domanda per ottenere la cogaranzia del Fondo regionale, da affiancare alla richiesta di una corrispondente garanzia ad uno dei confidi convenzionati, va presentata alla banca convenzionata presso la quale la PMI intende realizzare l’o perazione finanziaria da garantire. La banca convenzionata provvede ad inviare la domanda, unitamente alla ulteriore documentazione necessaria, al Comitato di gestione del FRIE, il quale entro 15 giorni delibera in ordine alla concessione della garanzia a favore della banca convenzionata e nell’interesse della PMI.

 

 

Note e Links

 

Note Adempimenti

 

Di norma entro 30 giorni la Banca, una volta effettuata la valutazione del merito creditizio e dell’affidabilità dell’impresa e la concedibilità del finanziamento, presenta al Comitato del Fondo la domanda di intervento.

Disclaimer
Il presente documento ha il solo scopo di fornire una sintesi informativa della misura in parola; per maggiori dettagli o approfondimenti si rimanda alla normativa di riferimento ufficiale ovvero a contattare i ns. uffici anche tramite l’attivazione “contatti” presente nel ns. sito.